Main menu

Pages

Migliori cuffie Bluetooth per smartphone simili a AirPods

Cuffie BluetoothApple ha rivoluzionato (nuovamente) il modo di sentire la musica, grazie all'introduzione delle AirPods: delle piccole cuffie wireless di piccole dimensioni in grado di fornire una buona qualità del suono e un'ottima autonomia, anche grazie alla pratica custodia con batteria integrata, che ricaricano i piccoli auricolari ogni volta che non vengono utilizzati.

Se pensate che gli AirPods sono dispositivi unici nel loro genere, vi dovrete ricredere: in questa guida vi segnaleremo tutti i migliori micro auricolari Bluetooth con caratteristiche tecniche simili agli AirPods della Apple, così da poter ascoltare la musica in mobilità senza cavi e con un design unico nel suo genere, spendendo comunque meno degli auricolari Apple. Le cuffie Bluetooth simili agli AirPods che vi consiglieremo sono compatibili con tutti gli smartphone recenti, sia Android che iPhone, e possono essere utilizzati anche come cuffie per il PC.

LEGGI ANCHE: Migliori auricolari Ear Buds (auricolari senza fili)

Auricolari simili agli AirPods


Prima di acquistare qualsiasi prodotti simile agli AirPods di Apple leggiamo attentamente le caratteristiche tecniche presenti qui in basso, così da evitare le copie cinesi di scarsa qualità o che si scaricano dopo poche ore d'ascolto. Dopo aver visto bene quali caratteristiche devono avere gli auricolari simil-AirPods vi mostreremo i migliori modelli in commercio, così da poter prendere solo auricolari di qualità.

Caratteristiche tecniche auricolari


Prima di mostrarvi i migliori prodotti alternativi alle AirPods della Apple, dovremo dare uno sguardo alla seguente lista di caratteristiche tecniche, così da essere sicuri di acquistare un prodotto di qualità:
  • Tecnologia di connessione: attualmente la migliore tecnologia di connessione senza fili è Bluetooth 5.0, quindi assicuriamoci che le micro cuffie scelte dispongano di tale versione. Essa è retrocompatibile con tutti gli smartphone dotati di tecnologie Bluetooth inferiori (4.2 e 4.0 sono ancora molto diffuse), quindi non dovremo preoccuparci di disporre di uno smartphone d'ultima generazione per poter ascoltare la musica ad una buona qualità.
  • Custodia: la custodia di trasporto deve disporre di una batteria ricaricabile con una buona capienza, così che le micro cuffie possano essere poste sotto carica in maniera automatica quando non utilizzate (basta piazzarle nei rispettivi alloggi per avviare la carica). La capienza della batteria della custodia è fondamentale per l'autonomia finale delle cuffie scelte.
  • Autonomia: le micro cuffie, viste le loro ridotte dimensioni, non possono offrire più di 3-4 ore di ascolto continuo, quindi dovremo porle sotto carica spesso per poter arrivare all'autonomia reale (fatta dalla somma delle batterie incluse nelle micro cuffie e dalla batteria nella custodia). Con l'intera carica della batteria inclusa nella custodia le cuffie dovrebbero offrire almeno 10 ore d'autonomia per poter rimpiazzare efficacemente le cuffie Bluetooth classiche e gli auricolari.
  • Gommini auricolari: visto che i condotti uditivi di ognuno di noi sono diversi, in ogni confezione devono essere inclusi anche vari gommini auricolari intercambiabili, così da poter adattare i micro auricolari al nostro orecchio ed evitare che cadano o che sfilino durante l'ascolto. La scelta di buoni gommini può fare la differenza tra un suono mediocre e un suono eccellente.
  • Microfono: tutti gli auricolari dovrebbero disporre di un piccolo microfono, così da poter gestire anche le chiamate ricevute o effettuate dal telefono.
  • Pulsanti multimediali: per poter interrompere o mandare avanti e indietro la riproduzione musicale, di solito vengono inseriti dei piccoli pulsanti sulla scocca dei micro auricolari, che possono essere usati come delle gesture (due tocchi per esempio avvia Siri o Assistente Google oppure richiama l'ultimo numero contattato nella rubrica). Alcuni dispositivi dispongono di tasti touch, con cui è sufficiente sfiorare la superficie per ottenere la funzionalità richiesta.
  • Impermeabilità: per poter resistere alla pioggia e al sudore (quando utilizzate durante l'attività fisica), le cuffie scelte devono disporre della certificazione IPX5 o meglio IPX6 o IPX7.
  • Design: considerando le AirPods irraggiungibili dal punto di vista estetico, possiamo comunque scegliere degli auricolari che siano sufficientemente piccoli, mimetizzati e che non diano troppo fastidio mentre le indossiamo.
  • Accessori: nelle confezioni dei micro auricolari sono spesso inclusi una custodia di stoffa o in pelle per poter facilmente trasportare la custodia e il cavo USB di ricarica.

Se l'autonomia vi sembra inferiore alle aspettative, possiamo sempre utilizzare una piccola powerbank per caricare la custodia e di riflesso gli auricolari; le migliori powerbank compatte possiamo trovarle nella nostra guida ai caricabatterie solare e a manovella per iPhone e cellulari.

Guida all'acquisto


Dopo aver visto insieme le caratteristiche che devono possedere dei buoni auricolari alternativi alle AirPods delle Apple, scopriamo insieme i modelli che possiamo acquistare online, così da risparmiare qualcosa sul costo finale e ottenere un'assistenza post-vendita impareggiabile.

Il primo modello che vi consigliamo di valutare è l'AUKEY EP-T25, disponibili su Amazon a meno di 20€.
AUKEY
Questi auricolari dispongono di driver dinamici da 6mm, connessione Bluetooth 5.0, ricarica rapida, presa USB Type-C, certificati impermeabili IPX5, tecnologia True Wireless, doppio sistema di ricarica (la custodia offre una carica continua agli auricolari) e gommini intercambiabili di varie dimensioni (S, M e L).

Se invece volessimo un'alternativa di un produttore famoso senza spendere troppo possiamo dare uno sguardo alle Xiaomi MI TRUE-X, disponibili su Amazon a meno di 20€.
Xiaomi
Questi auricolari dispongono di connessione Bluetooth 5.0, batteria degli auricolari da 40 mAh, custodia con batteria da 300 mAh, pulsante fisico multifunzione, controllo vocale, microfono incorporato, riduzione dei rumori e sistema True Stereo Sound.

Se invece cerchiamo un prodotto di fascia alta (con prezzi simili a quelli delle AirPods di Apple) il primo che vi consigliamo di valutare è HUAWEI FreeBuds 3, disponibili su Amazon a meno di 150€.
HUAWEI
Su questi auricolari troviamo il chipset Kirin A1, antenna ad alte prestazioni, encoder ottimizzato, connessione Bluetooth potenziata, sistema di trasmissione sincrona a doppio canale, cancellazione intelligente del rumore, driver dinamico da 14 mm e ricarica USB veloce con presa Type-C.

Se invece siamo amanti della tecnologia Samsung e abbiamo anche uno smartphone di questo produttore vi invitiamo a prendere in considerazione le Samsung Galaxy Buds+, disponibili su Amazon a meno di 150€.
Samsung
Questi auricolari vantano la tecnologia AKG per bassi profondi e suoni potenti, altoparlanti dinamici a 2 vie, driver potenziato, tre microfoni, tecnologia beam-forming (per aumentare la qualità e la ricezione), controlli touch e soppressione avanzata dei suoni ambientali.

Se invece cerchiamo degli auricolari robusti e in grado di competere con le AirPods sotto tutti i punti di vista, possiamo dare uno sguardo alle Jabra Elite 85t, disponibili su Amazon a meno di 250€.
Jabra
Su questi auricolari troviamo la tecnologia Jabra Advanced Active per la cancellazione del rumore attiva, altoparlanti con driver da 12 mm, compatibilità con Siri e Google Assistant per i comandi vocali, custodia di ricarica wireless e cavo di ricarica USB-C.

Conclusioni


Abbiamo visto insieme alcune delle migliori cuffie wireless che possono rimpiazzare senza problemi le AirPods di Apple, sia se utilizziamo uno smartphone Android sia se utilizziamo un iPhone. Se non siamo convinti delle alternative e si vuol spendere qualche soldo in più (tanti di più), si possono comprare le Apple AirPods Pro direttamente da Amazon a meno di 300€.

Cerchiamo delle cuffie di qualità da utilizzare per ascoltare la musica o i film da PC o da TV? Vi consigliamo di leggere la nostra guida su come scegliere cuffie wireless di qualità per PC o TV. Se invece il volume del nostro smartphone Android è basso con qualsiasi tipo di cuffie, vi consigliamo di leggere l'articolo per scoprire come si cambia il Volume su Android per ogni app usata o per dove siamo.
reactions

Comments

table of contents title