Main menu

Pages

Soluzioni se Windows non si spegne e il computer non si arresta correttamente

Arresto bloccato Uno degli errori più fastidiosi quando utilizziamo un computer è quando avviamo la procedura di arresto ed essa si blocca o peggio ancora l'interfaccia utente non risponde ai nostri clic sullo schermo, rendendo di fatto impossibile spegnere Windows.
Se dopo aver spento il computer come solito la procedura rimane appesa ed appare interminabile, dovremo per forza di cose utilizzare una strategia aggressiva per portare a termine lo spegnimento, ossia la rimozione della presa della corrente (metodo poco consigliato, visto che può portare a malfunzionamenti e perdita di dati).
In questo articolo vedremo insieme come spegnere o riavviare il PC anche in caso di blocco o problema nella procedura d'arresto, così da poter sempre completare questa fase delicata senza causare danni al sistema operativo o ai nostri preziosi file.

PC non si spegne: cosa fare?

Se Windows non permette il corretto spegnimento del computer e se questo problema si presenta in continuazione, spesso indagare sulla natura del problema è superfluo, visto che perderemo un sacco di tempo su qualcosa che potrebbe benissimo esserci sfuggito (un driver aggiornato automaticamente ma difettoso, un processo bloccato etc.).
Vediamo quindi come procedere per gradi, fino alla scomparsa definitiva del problema (cosa non scontata, ma vale la pena provarle tutte prima di formattare).

Forzare lo spegnimento del computer

Il computer può essere spento anche da prompt dei comandi o dalla finestra Esegui, senza dover nemmeno passare dall'interfaccia grafica.
Se il problema è appunto il clic del mouse che non risponde sul tasto Arresta, possiamo forzare la chiusura aprendo il menu Start in basso a sinistra, cercando il programma Prompt dei comandi e digitando:

shutdown /s /f /t 0

Il PC avvierà la procedura d'arresto, indipendentemente da quello che sta facendo in quel momento (anche eventuali programmi, servizi o processi bloccati verranno scavalcati). Questo comando va usato con parsimonia, in particolare se abbiamo ancora programmi o file aperti, visto che porta alla chiusura forzata del sistema e alla probabile perdita o danneggiamento dei dati personali.
Se nemmeno il tasto Start risponde ai comandi (PC completamente bloccato), proviamo ad avviare la finestra esegui premendo sul tasto WIN+R, quindi digitiamo al suo interno lo stesso comando visto in alto, così da avviare la procedura d'arresto forzato.

Disabilitare l'avvio rapido di Windows 10

Su Windows 10 è presente la funzione avvio rapido, che offre un notevole incremento della velocità d'avvio del sistema operativo grazie all'ibernazione ibrida. Questa funzione è molto utile ma, se i file che la gestiscono si danneggiano o qualche processo la blocca, rende quasi impossibile spegnere il sistema correttamente.
Se abbiamo quindi problemi con lo spegnimento del computer disattiviamo l'avvio rapido su Windows 10 aprendo il menu Start in basso a sinistra, digitando Coperchio e premendo su Cambia le impostazioni eseguite alla chiusura coperchio per aprire la schermata di gestione della funzionalità.
Avvio rapido

Per disattivare la funzione non dobbiamo far altro che premere in alto su Modifica le impostazioni attualmente non disponibili, rimuovere il segno di spunta dalla voce Attiva avvio rapido (Scelta consigliata) e infine confermare la modifica premendo su Salva cambiamenti.
Proviamo a spegnere il sistema, anche forzandolo con il comando visto poco fa: al successivo avvio il computer impiegherà molto più tempo ma si avvierà correttamente senza problemi.
Per velocizzare l'avvio di un PC senza avvio rapido possiamo sempre utilizzare l'ibernazione tradizionale, come visto nelle guide Sospensione e Ibernazione del computer: differenze e usabilità e Come Attivare l'ibernazione in Windows 10.

Utilizzare Risoluzione dei problemi di Windows

Se non sappiamo più cosa fare e i suggerimenti proposti finora non hanno aiutato, possiamo provare con lo strumento Risoluzione dei problemi di Windows, così da provarle tutte prima di passare alle maniere "forti" (argomento del prossimo capitolo).
Per aprire Risoluzione dei problemi di Windows premiamo in basso a sinistra sul menu Start, apriamo l'app Impostazioni, selezioniamo il menu Aggiornamento e sicurezza e apriamo infine il menu Risoluzione problemi.
Risoluzione problemi

In questa schermata cerchiamo la voce Accensione e seguiamo i passaggi indicati per poter risolvere i problemi di spegnimento. Se la voce non è presente possiamo comunque lanciare le voci Risoluzione problemi compatibilità programmi e Risparmio energia per provare a risolvere. Le probabilità di successo sono molto basse, ma vale la pena provare sempre tutte le strade prima di ripristinare il sistema.

Procedure di ripristino avanzate

Se il sistema non ne vuole sapere di spegnersi correttamente (anche dopo numerosi riavvii), è il momento di passare alle "maniere forti".
Il primo metodo che possiamo utilizzare è il ripristino configurazione di sistema, specie se abbiamo avuto modo di attivarlo fin da subito (di default è spento su Windows 10, quindi dovremo essere stati previdenti in passato). Per utilizzarlo premiamo in basso a sinistra sul menu Start, cerchiamo la voce Ripristino, apriamo la voce di menu Ripristino e premiamo sulla voce Apri ripristino configurazione di sistema.
Ripristino configurazione

Nella finestra che si aprirà premiamo su Avanti e selezioniamo un punto di ripristino in una data precedente al problema riscontrato, quindi attendiamo il riavvio e il ripristino; al successivo avvio controlliamo se il computer si spegne correttamente, così da bypassare il problema senza troppa fatica.
Per approfondire il discorso sul ripristino configurazione di sistema possiamo leggere la nostra guida Ripristinare la configurazione di sistema Windows se il PC oggi non funziona.

In alternativa possiamo procedere con il ripristino di sistema integrato in Windows 10, che ripristinerà il sistema operativo come appena avviato ma salverà i file personali (che non verranno cancellati).
Per procedere apriamo il menu Start in basso a sinistra, clicchiamo sull'app Impostazioni, selezioniamo il menu Aggiornamento e sicurezza, portiamoci nel menu Ripristino e premiamo sul pulsante Inizia presente sotto la sezione Reimposta il PC.
Reimposta PC

Si avvierà la procedura di ripristino in cui scegliere se salvare i file i file personali o formattare l'intero disco (cosa sconsigliata in questo caso); il resto della procedura è automatizzata, non dobbiamo far altro che metterci comodi e attendere il ripristino di Windows 10, così da far tornare funzionante anche l'arresto del sistema.
Su questa procedura di ripristino abbiamo realizzato la guida Come fare il reset di Windows 10 (Reimposta PC).

Conclusioni

Seguendo alla lettera tutti i suggerimenti proposti nei vari capitoli saremo in grado di ripristinare il corretto spegnimento di Windows 10 nella stragrande maggioranza dei casi, senza nemmeno perdere i file personali (anche in caso di ripristino). Se il problema è un driver di periferica o un suo aggiornamento, conviene utilizzare i driver già presenti nella confezione del PC e bloccare gli aggiornamenti dei driver, come visto nella guida Disattivare aggiornamenti driver in Windows 10.

In un altro articolo sono spiegati questi punti in modo più dettagliato, con la guida su come risolvere se Windows ci mette troppo tempo a spegnersi. Anche la presenza di file corrotti sul disco può essere causa di un'errata chiusura del sistema, in tal caso vale la pena eseguire uno scandisk avanzato per correggere errori sull'hard disk.
reactions

Comments

table of contents title